Bellavista Zuanne

bottiglia Bellavista Zuanne

Bellavista Zuanne

Franciacorta DOCG


  • Un vigneto per Brera: “Inverno 1990. In una abbagliante mattina di dicembre presentammo alla stampa, nel meraviglioso contesto del vigneto del Convento della Ss. Annunciata, il primo Franciacorta Bellavista Riserva Vittorio Moretti. Giovanni Brera, affascinato e stupefatto dalla bellezza dei luoghi in pieno sole, finita la conferenza, volle percorrerli. Sulle terrazze sopra il Convento trovammo diversi vitigni di Merlot. Padre Sebastiano ci disse che aveva piantato circa 480 barbatelle nel maggio 1964. Fu allora che decidemmo di fare un vino che doveva essere il “nostro”. Nostro e di pochi amici. Così, in una terra di bollicine e di grandi bianchi, abbiamo fatto per il Giuàn un “négar” e lo abbiamo chiamato “Zuanne”, Giovanni, nel nostro dialetto locale del ‘600. Ancora oggi è come lo voleva lui: “bello, vigoroso e di garbo”. Continuerò a fare questo vino, ma solo in quelle annate nelle quali il prodotto sarà all’altezza del grande nome che porta.”
  • La vigna: Vigna terrazzata con esposizione a sud. Alfisuoli sottili e profondi trenta centimetri, di tessitura francoargillosa, completamente ricomposti dalla gradonatura, con conseguente ricarbonatazione.
  • Uve: Merlot 100%

Bellavista Zuanne storia

Da sempre, la particolare vinificazione è volta a rappresentare al meglio il vitigno Merlot non attraverso la valorizzazione organolettica intrinseca del vitigno, ma attraverso le convinzioni del palato dell’amico Gianni, che amava vini di classe superiore, di eccellente profumo fruttato, ma di grande morbidezza e rotondità. Abbiamo quindi proceduto riducendo drasticamente la produzione in pianta, raccogliendo le uve solamente a piena maturazione, fermentando tradizionalmente in rosso e protraendo l’evoluzione in piccole botti per oltre 16 mesi. Dopo l’imbottigliamento, il vino Zuanne si eleva in cantina per circa 12 mesi.

Scopri i vini Bellavista